Sì alla banda ultra larga

Iniziativa per la banda ultra larga? Sì della Commissione responsabile del Nazionale

Il PLRT saluta positivamente il sostegno all’iniziativa ticinese che porta un reale valore aggiunto al nostro Cantone

 

Dopo il Consiglio degli Stati, oggi anche la Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale (CTT-N) ha appoggiato l’iniziativa cantonale ticinese “Garantire un'offerta capillare di servizi di banda ultra larga su tutto il territorio nazionale”. L’iniziativa presentata in Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni degli Stati (CTT-S) dal ministro Christian Vitta era stata approvata agli Stati grazie anche ai solidi argomenti sostenuti con forza da Fabio Abate nell’ambito della discussione plenaria. Il PLRT ritiene si tratti di un’iniziativa importante a favore dell’innovazione quale premessa fondamentale per riportare lavoro e crescita nelle zone periferiche. In attesa che sia il Consiglio nazionale a esprimersi in merito, questo di oggi è un ulteriore importante risultato per il progresso, l’innovazione e il sostegno alle regioni periferiche.

La mobilità dei dati rappresenta la sfida del futuro sia per gli agglomerati sia per le zone periferiche e di montagna e un tale investimento avrebbe un grande valore strategico che permetterà lo sviluppo di nuove realtà economiche e sociali sul nostro territorio, aumentando al tempo stesso l'attrattiva delle nostre zone periferiche e delle valli. 

Il traffico dei dati costituisce sempre più una componete irrinunciabile di qualsiasi attività. Dotarsi di un'infrastruttura performante ci permetterà di affrontare i prossimi decenni con un indubbio vantaggio competitivo sul piano nazionale e internazionale. Il PLRT saluta dunque in modo positivo la sensibilità mostrata nei confronti del nostro Cantone e sottolinea questo ulteriore importante risultato, in attesa che sia il Nazionale ad esprimersi in merito.