Votazione del 21 maggio: 2 SI

Tassa sul sacco e strategia energetica 2050: due SÌ del PLRT

Pronti a discutere sui risparmi promossi dal Governo. Attenzione alla “La scuola che verrà” e al Mendrisiotto

Il Comitato Cantonale, riunito ieri sera al Capannone comunale di Pregassona, ha discusso i temi cantonali e federali che saranno messi in votazione il prossimo 21 maggio. Il PLR è per il Sì alla Strategia energetica 2050 e a favore dell’introduzione di una tassa sul sacco cantonale. La prima rappresenta un compromesso pragmatico, mentre la seconda migliora notevolmente l’efficienza nella gestione dei rifiuti. Sui risparmi promossi dal Governo, il Presidente Caprara ha ribadito: “saremo pronti a discutere; non ci sono temi tabù”. E sulla scuola, lo stesso Caprara chiede lumi al DECS su come intende procedere.

 

Sì alla Strategia energetica 2050

Il PLR è a favore del primo pacchetto della Strategia energetica 2050 (Legge federale sull’energia). La soluzione proposta rappresenta infatti un compromesso pragmatico e il progetto iniziale del Consiglio Federale è stato riveduto e corretto. A maggioranza i delegati hanno deciso di sostenere la strategia 2050 anche perché consente di salvaguardare il settore idroelettrico rafforzando la produzione di energia rinnovabile nel nostro paese. Per il Ticino l’energia idroelettrica è un settore strategico fondamentale in termini di approvvigionamento, economici e di posti di lavoro ed è pertanto impegnarsi a fondo per salvaguardarlo in questo momento di forte pressione sui prezzi

Sì all’introduzione della tassa sul sacco

Con questa decisione, il PLR intende armonizzare i regolamenti in materia, renderà impossibile il turismo dei rifiuti – che penalizza gli abitanti dei comuni nei quali al momento non c’è una tassa sul sacco – e favorirà l’efficienza nella gestione dei rifiuti. L’esperienza dei comuni che l’hanno già introdotta mostra infatti che la tassa stimola una riduzione significativa della produzione di rifiuti solidi urbani pari almeno al 30% con la conseguente riduzione dei costi di gestione.

“La scuola che verrà”. E ora?

Nel suo intervento iniziale il Presidente Bixio Caprara ha interrogato il Direttore del DECS Manuele Bertoli poiché interessato a capire come intende procedere con la riforma della scuola. In particolare il PLR ha precise aspettative e si attende sapere in che modo si terrà conto delle numerose criticità rilevate. Il PLR ha infatti inoltrato entro i termini richiesti, ricordiamo, una sua presa di posizione consultabile sul sito www.plrt.ch.

Attenzione al Mendrisiotto

La presidenza del PLR ha incontrato i propri rappresentanti dei comuni del Mendrisiotto per condividere le principali preoccupazioni della regione. Questa prima costruttiva discussione ha permesso di individuare alcune priorità su cui concentrare l’attenzione. All’interno dell’Ufficio presidenziale i vice presidenti Gaffuri e Pini accompagneranno il seguito delle discussioni per individuare le soluzioni auspicabili da sostenere.

Il Comitato cantonale del PLR tornerà a riunirsi il prossimo 24 maggio presso la sala multiuso di S. Antonino per discutere in modo approfondito della Riforma sulla previdenza della vecchiaia 2020: un tema non semplice da comprendere ma estremamente importante considerando l’evoluzione demografica della popolazione.